Dojo

Estratto del regolamento della scuola

Premessa

La Scuola Kashin Ryu Ju Jitsu è una scuola di ju jitsu che ha l’obiettivo di diffondere lo stile elaborato da Hanshi Comotto Claudio 8° dan. Ad essa possono aderire tutti coloro che sentano il bisogno di stare in un ambiente sportivo sano, dove non esistono questioni politiche o esclusivamente economiche.

Struttura

Caposcuola

Il Caposcuola ha facoltà di intervenire su qualunque questione riguardante la scuola e l’insegnamento tecnico. La sua decisione è insindacabile salvo palese incompatibilità con la tradizione, gli scopi e le regole perseguite dalla scuola.

Consiglio Direttivo

E’ composto dal Caposcuola e dalle cinture nere. Ha il compito di promuovere, organizzare e pianificare l’attività.

Commissione Tecnica

Ha compiti e funzioni prettamente tecniche, esami, valutazione dei requisiti tecnici, aggiornamento programma tecnico. E’ formata dal Caposcuola e da due tecnici nominati dal C.D. scelti tra le cinture nere in base alle capacità di giudizio tecnico e esperienza, più due supplenti che sostituiscano in caso di necessità il titolare.

Comitato Cinture Nere

Il Comitato è formato da tutte le cinture nere della Scuola

Riunioni

Verranno convocate almeno due volte l’anno, o tutte le volte che si renderà necessario

Partecipazione a stage od allenamenti

Nel caso in cui un maestro, una cintura nera od allievo della Kashin ryu jj sia invitato o intenda partecipare ad attività al di fuori della Scuola è tenuto ad avvisare preventivamente la Segreteria del C.D.

 

Regole Generali

In palestra occorre tenere un comportamento corretto.

E’ necessario presentarsi con abbigliamento consono all’attività.

Non si posso portare oggetti atti a far male ai compagni o a se stessi (orecchini, orologi,unghie lunghe, ecc.). Occorre curare la pulizia del corpo.

 

La Ginnastica (Taiso)

Il riscaldamento è una serie di esercizi a corpo libero della durata minima di 15′ ed un massimo di 30′

 

Esami

Tutti gli esami di kyu si svolgeranno dinanzi la C.T della Scuola presieduta dal CapoScuola o da un suo delegato.

Per il passaggio a 1° dan o gradi superiori si è convenuto che gli esami saranno effettuati dinanzi la Commissione Tecnica dell’organizzazione, federazione o ente di promozione presso cui la Scuola è iscritta, al fine di ottenere anche il riconoscimento nazionale/internazionale.

Un atleta che decida di non richiedere o di sospendere l’affiliazione annuale all’organizzazione, federazione o ente scelto dal C.D. della Scuola non potrà sostenere esami di dan sino a quando non avrà coperto tutto il periodo di mancata iscrizione all’organizzazione e naturalmente dopo aver maturato il periodo intercorrente fra una cintura e l’altra.

Tutte le assenze, ai fini degli esami, dovranno essere recuperate. E consentito un assenza fisiologica, di cui non è previsto il recupero, del 10%. In caso d’impedimenti gravi (malattia,infortuni) sarà il Caposcuola in accordo con il C.D. a decidere quali provvedimenti prendere.

 

Incontri Annuali

Ottenere la cintura nera (passaggi di dan/Gradi Superiori) c’è l’obbligo di accumulare dei, oltre l’anzianità prevista dalla scuola, dei Crediti Formativi. Per la partecipazione a:

– Keiko Ryu Accademico verranno assegnati 15 C.F.

– Stage Nazionali od Internazionali 10 C.F.

– Stage Didattici Nazionali, Interregionali o Regionali 5 C.F. (sono previsti 3 incontri annuali)

 

Qualifiche

Le qualifiche di allenatore, istruttore o maestro si possono ottenere mediante la partecipazione a corsi di formazione.

Sarà il CapoScuola a concedere l’abilitazione all’insegnamento del metodo di ju jitsu Kashin ryu.

Il mandato sarà annuale con possibilità di rinnovo. Il mantenimento dell’abilitazione dell’insegnamento è condizionata dalla partecipazione ai raduni interregionali o regionali.

Gli affiliati sono consapevoli che:

– Dovranno utilizzare le tecniche apprese solo in caso di emergenza per difendere la propria incolumità o per intervenire in aiuto di coloro che subiscono violenza

– Potranno esibirsi in pubblico, partecipare a manifestazioni o allenarsi sotto la direzione di altri maestri solo dopo aver ottenuto l’autorizzazione del Caposcuola

 

La mancata osservanza di uno dei punti su esposti può essere considerato motivo di sospensione o di espulsione dalla Kashin Ryu ju jitsu.

Nel caso in cui sorgessero situazioni lesive per la Scuola sarà facoltà del CapoScuola in accordo con il Consiglio Direttivo a revocare l’abilitazione all’insegnamento.

La radiazione di un tecnico o atleta verrà comunicata a tutte le organizzazioni in cui è presente la Kashin Ryu ju jitsu ed in quelle ove vi saranno eventuali rapporti futuri.

 

Comitato Direttivo Kashin ryu ju jitsu

Hanshi Comotto Claudio

 

Istruttori:

Cerrone Monica
De Filippo Graziella
Fantinati Fabio
Filiberti Lorenzo
Giovannini Anna
Guerra Fabiana

Elaborato ed approvato a Settembre 2009